RICORDANDO IL 6 BOLOGNA 2015

               

A. N. B.

GRUPPO 6° BERSAGLIERI

                                          DA TORINO A TRAPANI PASSANDO PER BOLOGNA

                                         

CERTAMINA VICTURUS ADEO                         ...E VINCERE BISOGNA


    l'unico Reggimento che si fregia di due motti!

                                           


                                                                 

Bologna 4 ottobre 2015

Raduno denominato  "RICORDANDO IL 6° BERSAGLIERI"


Il 30 settembre 1956 fu solennemente inaugurata la grande lapide in bronzo opera dello scultore bolognese Farpi Vignoli a ricordo dei Bersaglieri del Sesto caduti e dispersi in Russia, apposta sulla facciata della Caserma L.Manara di Bologna sede cinquantennale del reggimento. Alla cerimonia intervennero la Bandiera di Guerra del 3° Rgt, i Reduci e le famiglie dei Caduti e Dispersi del 6°, numerosissime autorità civili e militari.

Oggi ,grazie alla sezione “A. Chiarini” di Bologna, noi Bersaglieri del Sesto che abbiamo prestato servizio alla Cavour di Torino alla Mameli di Bologna e alla Giannettino di Trapani (ultima presenza del Rgt in armi e’ stata quella con il C.te Tattoli)non dimentichiamo il valore in combattimento e le sofferenze patite dai propri Bersaglieri ,non dimentichiamo che grazie a loro la Nostra Bandiera e’ decorata di due Medaglie d’Oro,per questo ,già dal 2012, stiamo ricompattando la grande famiglia del sesto Bersaglieri e ritorniamo anche noi,da tutte le parti d’Italia, per adunarci sul sagrato della Manara , dietro al Nostro Labaro ,per gridare forte “ Hurrà per il Sesto Bersaglieri”.

Non sta a noi fare la cronologia di come si e’ svolta la bellissima cerimonia, la lasciamo alle cariche dell’Associazione dell’Emilia Romagna ma vogliamo raccontare questa piccola storia a Voi che ci leggete o che per vari motivi non siete riusciti a sentirla quando l’abbiamo raccontata al Colonnello dei Carabinieri:

In occasione di una ricerca storica sul XIII° Btg, nata dalle vicissitudini del Bers. Presta Vincenzo nato a Santa Domenica Talao (CS) il 20.03.1918 effettivo alla 7^ Cp. Dello stesso battaglione del 6° e disperso in data 19 Dicembre 1942 sul Fronte Russo in località non nota, riscontravamo sulla pubblicazione del C.te Salvatores che il battaglione, insieme a tutto il reggimento, subì’ la grande offensiva Russa e lo stesso battaglione rimase isolato e fu accerchiato, pochi furono i superstiti e quei pochi furono catturati.

A fronte di quanto sopra, ci imbattevamo in questa nota storica: Il Comandante del 6° (M. Carloni) in questo giorno (stiamo parlando del 17 dicembre) ritenne opportuno affidare la custodia della Bandiera del reggimento al sottufficiale dei carabinieri Giuseppe Barberio, per tale atto il sottufficiale fu decorato al v.m. sul campo.

Letto ciò il cuore si riempie e vola alla Manara, oggi sede del Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna!

Grazie alla collaborazione del Presidente Onorario dell’ANB Emilia Romagna, Bersagliere Luigi Carlo Baroni, (26° ACS- NBC prestò servizio alla Compagnia Comando Servizi del 6° Btg Bersaglieri del 22° Rgt f. Cor. ) il quale e’ riuscito a fornirci dati precisi e la motivazione della decorazione viene confermata la veridicità della nota storica.

A nome di tutti i Bersaglieri del Sesto abbiamo voluto far partecipe il Comando Legione Carabinieri del legame che ci lega agli stessi grazie al Carabiniere Barberio custode per 39 giorni della Bandiera del 6°.

Riportiamo la motivazione:

"Barberio Giuseppe di Stefano, brigadiere,356^ Sezione CC, Divisione Celere P.A.D.A.

In seguito ad improvvise azioni di forti colonne corazzate e motorizzate nemiche, portava a termine un'importante missione affrontando ripetutamente attacchi di pattuglie nemiche ai quali si sottraeva con reazioni ardite che ponevano in fuga e tenevano in rispetto l'avversario.

Meschkoff, 19 Dicembre 1942 ".


Quest’anno al termine della manifestazione conclusasi a Piazza Maggiore il gruppo non ha partecipato al rancio ma e’ andato a far visita all’altra Caserma del Sesto, ora sede del Comando della Brigata Aeromobile Friuli, la Mameli, grazie alla disponibilità di un Ufficiale Bersagliere che militò al 6° svolgendo diverse funzioni, abbiamo fatto una nostra piccola cerimonia per deporre una corona in onore ai soldati Aeromobili caduti sul territorio nazionale e all’estero.


Ringraziamo: la sezione di Bologna, il Presidente Nazionale per aver ricordato il valore del Bersagliere Aldo Chiarini e la gloria del Sesto, il Comandante Amato per essere stato presente e per averci aiutato ad entrare alla Mameli, il Presidente Regione Emilia Romagna per averci dato la parola alla Manara.


Per le vie di Bologna il gruppo ha entusiasmato la cittadinanza bolognese con i numerosi tratti effettuati di corsa, Andrea ha intonato “Bersagliere Romano” ben cantata in coro da tutti.

Appuntamento al prossimo anno                             …E  VINCERE BISOGNA

                                                     




Alcune foto del raduno  sono state pubblicate nella galleria



Copyright © Gruppo 6° Bersaglieri 2013-2019