IL 6° NEL 1915

               

A. N. B.

GRUPPO 6° BERSAGLIERI

                                          DA TORINO A TRAPANI PASSANDO PER BOLOGNA

                                         

CERTAMINA VICTURUS ADEO                         ...E VINCERE BISOGNA


    l'unico Reggimento che si fregia di due motti!

                                           


                                                                 

IL 6° BERSAGLIERI NEL 1915



La mattina del 25 maggio 1915   i Bersaglieri del Sesto entrano a Caporetto con la fanfara in testa dopo aver passato il confine il 24 nei pressi Robedisce.

Il 30 maggio la 3^ compagnia del VI° Btg rinforzata da una compagnia del Btg Alpini Susa tenta di occupare M.Vrsic.Il 31 il M.Vrsic e’ conquistato dai Btg Alpini Susa e Val Pellice al cui rincalzo opera la 1^ e 4^ cp del  VI° Btg Bersaglieri che rimane a presidio delle posizioni conquistate respingendo gli attacchi nemici.I battaglioni del 6° si dislocano :VI° M.Vrsic,XII° E XIX° Na Krogu.


Il 12 giugno il Rgt si porta  a Ternova e ritorna in linea il 27 ;il XIX Btg si posiziona dalla cresta del M.Vrsic a q.1270,il XIII da tale quota a q.1772 mentre il VI° Btg rimane in riserva sulle alture soprastanti Planina Za Plecani  e Planina Za Kraju.I battaglioni del 6° si alternano in linea fino al 14 agosto svolgendo azioni di pattuglie.


Dal 14 al 16 agosto i Battaglioni VI° XIII° E XIX°riprendono l’azione offensiva.Il VI° Btg deve occupare le posizioni avversarie sul versante occidentale del M.Vrsic dominanti q.1317.I Bersaglieri incontrano forti ostacoli nell’avanzata limitando l’azione fino alla prima trincea avversaria detta “dei morti” ed iniziare l’assalto ad un trincerone detto “osservatorio Austriaco”.Tale azione e’ coadiuvata dalla 42° cp. Alpini,da reparti del 157° fanteria e dal XXX Btg del 9° Rgt.In particolare la 7^ e 9^ Cp. del VI° Btg si spingono fino alle trincee nemiche sul versante occidentale del M.Vrsic e nel vallone dello Slatenik,il battaglione subisce la perdita di 88 bersaglieri .Il 16 le due compagnie rinforzate da una del XIII Btg raggiungono i loro obbiettivi portandosi fin presso  q.1371.

Il Rgt e’ posto alle dipendenze della Brigata Liguria.


Dal 20 al 31 agosto i Battaglioni del 6° operano ancora sul costone del M.Vrsic contro q.1317 avanzando a sinistra dello Slatenik e lungo le pendici nord-ovest del M.Vrsic.Il 20 occupano,dopo accanita lotta,una nuova trincea perdendo 3 Ufficiali e 86 Bersaglieri

In Settembre il 6° Bersaglieri viene sostituito dall’11° e viene inviato nella conca di Plezzo puntando  tra il 10 e il 18 al Ravelnik .Passa alle dipendenze della Brigata Aosta.Il giorno 11 inizia l’azione verso Ravelnik proseguendo nei giorni successivi ma a 300 metri dai reticolati nemici devono fermarsi a causa delle perdite subite 3 Ufficiali e 93 Bersaglieri.Il 17 l’attacco riprende ma le forti perdite,117 morti e feriti e 350 dispersi,fa arrestare il reggimento.


Il 20 il Reggimento viene sostituito dal 12° Bersaglieri e si disloca ad Osteria.


Il 12 Ottobre il 6° con i battaglioni XIII° e XIX° e’ dislocato a Pluzne e Za Verzeljnom;il VI° Btg si trasferisce a Log di Cezsoca,distaccando mezza compagnia in rinforzo all’Artiglieria a Jama Planina.


Il 19 il Btg XIX ° e’ inviato al piccolo Rombon dove deve tener fermo il nemico impedendogli di effettuare spostamenti verso i settori dove verra’ sferrato l’attacco principale.


Il 25 ottobre il VI° Btg si porta a Pluzne.


Il 29 il XIX° e’ inviato a Serpenizza a  sostituire un reparto del 12°.


L’8 novembre i battaglioni XIII° e XIX° sono inviati in prima linea nel settore di Ravelnik dalla strada di Plezzo –Chiusa di Plezzo all’Isonzo.


Il 10 il VI°  si trasferisce a Za Verzeljnom.


Il 18 novembre il VI° btg e il XIII° Btg tornano in riserva  a Serpenizza per poi tornare in prima linea nel settore del piccolo Javorcek-Jablenica il giorno 28 sostituendo

il 9° Rgt Bersaglieri.


Il 23 dicembre torna a riposo a Serpenizza sostituito dal 12° Rgt Bersaglieri.


Sinteticamente nel 1915 il 6° Bersaglieri rimane in linea .

Dal 24 all’11 maggio presso Lonk,Veliki Hrib,Stanovisce,Caporetto,Drezenka,Volnik,Ravna,M.Vrsic,Planina Za Kraju,Na Krogu

Dal 27 al 7 settembre presso M.Vrsic e q.1270-q.1772,tricea dei morti presso q.1317

Dal 10 al 19 settembre presso la trincea di fronte al Ravelnik

Dal8 al 17 novembre nel settore di Ravelnik

Dal 29 novembre al 23 dicembre presso il piccolo Javorcek e Jablenica


Il 6° Bersaglieri resta a riposo ed e’ impiegato per lavori e trasferimenti :

Dal 12 al 26 giugno a Ternova

Dall’8 al 9 settembre presso la conca di Plezzo

Dal 20 settembre al 7 novembre ad Osteria,zona  a nord di Saga,fra Pluzne e Za Verzeljnom,Log di Cezsoca,Jama Planina,Serpenizza

Dal 18 al 20 novembre a Serpenizza

Dal 24 al 31 dicembre a Serpenizza


Nel 1915 il Sesto perde 7 Ufficiali e 135 Bersaglieri ,restano feriti 21 Ufficiali e 888 Bersaglieri mentre i dispersi sono 2 Ufficiali e 108 Bersaglieri.


Passando  davanti a queste pietre,Il 7 novembre 1915, il Bersagliere Benito Mussolini annota nel suo diario :

“Ecco il cimitero del 6° Bersaglieri.Un piccolo muro di cinta.In mezzo una grande croce […]Attorno ,le fosse.Quante?Un centinaio e piu’[…]La vista di questo cimitero solitario,ai pie’ dei costoni ripidi del Monte Nero,ci rende melanconici e silenziosi.



Notizie tratte dai volumi “Le Fiamme Cremisi “ EDITORE Luigi Alfieri Milano Roma; Ruolini di marcia del Rgt; Da Caporetto al Monte Nero 1915-1917 di Guido Aviani Fulvio e Errico de Luca da questa pubblicazione sono state tratte anche le quattro foto ad inizio pagina.

Copyright © Gruppo 6° Bersaglieri 2013-2019